© 2019 by Web Sein.

Seguici:

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon
  • Bianco Spotify Icona
  • White Twitter Icon

Vendita e contatti

Nonostante i tanti paroloni che si usano per descrivere l'attività di social media marketing, è innanzitutto opportuno chiarire che i risultati, in qualsiasi campo, devono essere anche concreti e misurabili, volti al raggiungimento di un ROI soddisfacente. Il concetto di ROI è molto semplice, poiché è la semplice differenza fra fra l'investimento fatto e il risultato raggiunto. Tuttavia calcolare un risultato economico a seconda della gestione di un social network non è mai semplice: innanzitutto molti preferiscono adottare una strategia gratuita, volta ad utilizzare la piattaforma come semplice vetrina della propria attività: può essere anche comprensibile se si seguono certi piani di business. Ciò nonostante i social hanno altre metriche spendibili sul mercato, quali i follower e le interazioni: pur non essendo indicatori prettamente economici, essi dimostrano l'esistenza di un contatto con un soggetto, che magari ha cominciato a seguire l'azienda interessandosi alla offerta. Esistono inoltre tanti strumenti di misurazione che sono utili oltre al ROI,ma che permettono di implementare una strategia molto più mirata: infatti grazie a tool come Facebook, Google o Instagram Analyitcs è possibile determinare esattamente qualsiasi dettaglio sul target, potendo quindi personalizzare al meglio tutti i dettagli della tua offerta. Quindi i social network possono rivelarsi utili quindi anche come mezzi per poi costituire una migliore strategia commerciale magari puntando sull'e-commerce.

Oltre a quello è possibile ricorrere, per risultati economici nel vero senso del ritorno monetario, agli strumenti diretti come Google AdWords, Facebook ADS e Instagram Business: grazie a questi strumenti è possibile avere, a seconda dell'investimento fatto, risultati tangibili in termini di impressions, click, mi piace e anche acquisti a seconda dei casi. Non possiamo non parlare ovviamente anche dell'e-commerce, che sta sempre più manipolando il commercio di commodities grazie sopratutto alle grandi aziende come Amazon, che hanno aperto le porte anche alle piccole e medie impresa verso il mondo del commercio online, con risultati sempre più soddisfacenti volti ad aprire un mercato del tutto nuovo.